Home

BENETUTTI

10 motivi per dire NO alla modifica della costituzione

Welcome to Benetutti

 

L'uomo, arrivato ad una certa età, vive di ricordi.

È bello e spesso consolante riandare col pensiero agli anni trascorsi, agli avvenimenti lieti o tristi che li hanno caratterizzati, all'infanzia spensierata, ai giochi innocenti in compagnia dei coetanei, agli amici incontrati negli anni delle elementari e soprattutto nella giovinezza; ricordare le ore liete e serene nel frequentare il catechismo, nel fare la prima comunione accompagnati all'altare dai genitori e assistiti dalle delegate, la gioiosa festa della Cresima con accanto il padrino prescelto ed il suo regalo gelosamente conservato.

Ma particolarmente caro è, per chi, per svariati motivi, si è dovuto allontanare dal proprio ambiente, ricordare il paese natio.

E come un legame intimo, una specie di cordone ombelicale, che lo riporta di tanto in tanto a sognare la sua casa, a parlarne sospirando con nostalgia con i familiari, con gli amici, e di tanto in tanto possibilmente ritornare a respirare l'aria natia.

Una delle circostanze particolari di forte richiamo sono le feste di Pasqua e di S. Rosalia, ma specialmente della Santa Patrona, S. Elena, tanto più che questa si celebra proprio nel periodo delle ferie estive il 18 agosto. Sempre in tali circostanze, il parroco a nome di tutta la

popolazione, nel presentare gli auguri di "buone feste", dà anche il "benvenuto" ai forestieri, ma particolarmente ai nostri emigranti che hanno avuto la possibilità di rientrare per l'occasione ed esorta a pregare anche per coloro che per qualsiasi motivo non son potuti essere presenti.

Comune termale